Percorso di formazione agli studenti del Liceo “Camillo Golgi” di Breno

Il direttore del Sistema bibliotecario di Valle Camonica, Carlo Ducoli, mi chiede di tenere alcuni incontri di formazione all’interno del percorso studiato per l’Alternanza scuola-lavoro. Gli studenti che parteciperanno: due classi terze del Liceo “Camillo Golgi”, dipartimento di Filosofia e Scienze Umane.

Preparo dei percorsi: la promozione della lettura in età prescolare, la promozione della lettura nella Scuola primaria.  Autori, libri di qualità, modalità di lettura, il rapporto con i bambini, il rapporto con gli insegnanti… tutto interessante, in teoria. Poi arriva il giorno (o meglio i giorni, gli incontri sono stati tre) in cui “salgo in valle” ed entro in una sala buia con un tavolo troppo grande, la postazione del computer è troppo “in parte” (ho deciso, questa volta, di farmi aiutare oltre che dai libri, che solitamente non mi tradiscono mai, anche da Power Point).

Insomma non avere uno spazio “preparato” come faccio solitamente (è una parte importantissima del mio lavoro) mi rende un po’ nervosa. Poi mi trovo davanti una marea di occhi (e di telefonini!) che mi sembra entrino contemporaneamente in ogni parte del mio corpo, per farmi un ceck up completo. Cerco di darmi “la carica” di affidarmi oltre  che all’esperienza alla mio solito entusiasmo quando parlo di libri. Dopo i tre incontri mi sembra di avercela fatta. E’ stata un’esperienza profonda stare con questi ragazzi che hanno un’età che non frequento assiduamente (mio figlio è ancora abbastanza lontano). Questo lavoro mi ha insegnato a non perdermi d’animo, si possono conquistare anche ragazzi di quest’età parlando di libri per bambini, stando in ascolto delle loro domande e sollecitazioni, sorridendo anche della loro voglia di andare a casa! I professori, tutti molto disponibili hanno “tirato fuori” ricordi delle loro letture, di quando erano piccoli o leggevano ai loro figli. Grazie a tutti, in particolare  a Sara che mi ha inviato tante foto (alcune le potete vedere), alla professoressa Valeria Calzoni e a Carlo Ducoli.

                  

           

 

 

 

Qui non vi sembro una “giovane maestrina d’altri tempi” al suo primo giorno d’insegnamento?   

       

 

 

                                          Gli incontri si sono svolti nei mesi di novembre e dicembre del 2018.